Arriva l'automobile alimentata ad aria

Emiliano Caretti
Arriva l'automobile alimentata ad aria

Il futuro dell'auto sarà senza benzina? Al di là delle nuove tecnologie e dei carburanti alternativi, forse la soluzione per la prossima mobilità a quattro ruote sarà in una diversa applicazione di in un'idea per nulla nuova, ovvero quella di utilizzare un motore ad aria compressa. La nuova Peugeot 208 HYbrid Air 2L (che vedremo dal vivo al prossimo Salone di Parigi 2014) potrebbe dunque anticipare una nuova generazione di automobili, che secondo le previsioni potrebbero popolare le strade delle nostre città già dal 2020.

Scopri la nuova Renault Twingo

Composta da un sistema ibrido, con bombole ad azoto compresso, un motore tre cilindri a benzina e uno idraulico, la "concept car" francese promette un consumo di carburante praticamente irrisorio, pari a 50 Km con un litro di benzina. Per riuscirci, la 208 HYbrid Air 2L utilizza anche materiali leggeri e tecnologici per telaio e carrozzeria (come alluminio e fibra di carbonio), che riducono il peso della vettura ad appena 860 Kg totali.

Esteticamente, il prototipo d'Oltralpe si caratterizza per alcuni accorgimenti in chiave aerodinamica, come l'assetto più basso, le prese d'aria più piccole, lo spoiler posteriore e un sottoscocca carenato; a guardare bene, salta poi sicuramente all'occhio la mancanza degli specchietti retrovisori: questi sono infatti sostituiti da sottili lamine alari, che migliorano il rendimento aerodinamico e nelle quali trovano posto speciali telecamere.

Che auto guida normalmente Lewis Hamilton?

A livello tecnico, il sistema ibrido ad aria compressa aiuterà il motore termico tradizionale nelle partenze e nelle accelerazioni, ricaricandosi durante le frenate; ci sarà, come ovvio, anche una modalità di guida completamente a "zero emissioni", dove il propulsore ad aria compressa si farà carico dell'intera propulsione del veicolo.