Arriva la nuova Duster ancora più suv e con tanta tecnologia

Lzp

Milano, 12 dic. (askanews) - Più Duster che mai. E' uno dei claim scelti da Renault per presentare il restyling del suv di segmento C della Dacia. Un intervento profondo sia all'esterno sia all'interno, ma che non ha cambiato la personalità della vettura, che grazie all'ottimo rapporto qualità prezzo risulta la più venduta in Italia, con 64mila immatricolazioni nel 2017 e oltre 340mila dal lancio, nel 2010. Ma non solo: Duster è regina anche in Europa dove pesa per un quinto delle vendite totali del gruppo, pari a 5 milioni di vetture.

"Sono tre i punti di forza del restyling di questa vettura, che è ormai diventata un'icona: un esterno ancora più suv, tanta tecnologia e gli interni che sono stati completamenti ripensati, con nuovi materiali per un miglior comfort e abitabilità", ha dichiarato il direttore comunicazione di Renault Italia, Francesco Fontana Giusti.

Teatro delle prima prova internazionale è stata Atene dove, fra le sinuose strade costiere e l'aspro entroterra e una cava di marmo attrezzata con uno sfidante percorso offroad, si sono potute apprezzare al meglio le doti della nuova Duster. Una vettura capace di adattarsi a qualunque tipo di terreno, grazie a un assetto che offre stabilità nel guidato, senza rinunciare al comfort nei tratti di fuoristrada più accidentati. Fluido il motore sia nelle versioni benzina che diesel, dove è disponibile anche una versione con cambio automatico. Esternamente la nuova Dacia appare più filante e slanciata, senza però perdere il tratto distintivo da Suv che risulta ancora più accentuato, grazie a nuove barre sul tetto e nuove protezioni sottoscocca e laterali. Diverse le migliorie sotto il profilo della sicurezza, con più airbag, assistenza per le partenze in salita, controllo della velocità in discesa modulabile con l'acceleratore. E ancora sensore sugli specchietti per l'angolo morto, chiave con sistema mani libere e telecamere con angolazioni diverse, laterali, fronte e retro utili per parcheggiare, ma anche per superare ostacoli in fuoristrada.

Completamente rinnovati anche gli interni, molto più rifiniti e curati con un cruscotto ad esse che mette in risalto l'ampio schermo touch del navigatore, da cui si controllo tutto l'infotainment della vettura, e le manopole digitali per il controllo del clima. Migliorata anche l'abitabilità, grazie a una riduzione della rumorosità del 50%, e a soluzioni pratiche e ingegnose come l'ampio vano porta oggetti sotto il sedile del passeggero. Invariata la già ottima capienza del bagaglio. A livello di motorizzazioni sono stati confermati il benzina manuale da 115 cv (versioni 4x2 e 4x4), diesel da 90 cv( 4x2) e 110 cv (4x4e 4x2), quest'ultima con cambio automatico, e la versione benzina-gpl da 115 cv (4x2). Prodotta nello stabilimento di Pitesti in Romania, la nuova Duster sarà disponibile sul mercato dal prossimo 20 gennaio e, come in passato, avrà nel prezzo estremamente competitivo uno dei suoi punti di forza, tanto da meritarsi la definizione di un Suv di segmento C, ma con il prezzo di un B.