Arriva la prima Mini elettrica safety car della Fia Formula E

Redazione
·3 minuto per la lettura

MILANO (ITALPRESS) - Mini Electric Pacesetter ispirata alla Mini John Cooper Works e' la nuova safety car per la serie di gare dell'ABB FIA Formula E World Championship. Gli esterni sono stati costruiti appositamente per la pista e rappresentano l'interpretazione piu' dinamica di una Mini ad alimentazione completamente elettrica. Nella parte anteriore della vettura, i classici tratti del brand come i fari circolari e la griglia esagonale del radiatore creano il volto familiare e facilmente riconoscibile di Mini. Allo stesso tempo, gli elementi caratteristici John Cooper Works, come i passaruota adattati alla carreggiata della vettura e la profonda grembialatura anteriore con ulteriori splitter anteriori a sinistra e a destra, migliorano l'aspetto sportivo del frontale. Mostra una figura estremamente dinamica anche lateralmente.

L'interazione delle ghette geometricamente accentuate (con bordi aerodinamici accuratamente posizionati) e delle bandelle laterali sportive dona alla vettura un'impressione di movimento ancora prima di metterla in azione. Le linee e le superfici con accenti gialli sugli elementi aerodinamici (ad esempio le ghette, le bandelle e l'ala posteriore) sono un rimando all'ottimizzazione del flusso aerodinamico che ha luogo in queste aree e aggiungono un tocco visivo ai deflettori d'aria e ai bordi aerodinamici. I leggeri cerchi forgiati da 18 pollici in design bicolore nero-neon/arancio apportano una significativa profondita' visiva e una maggiore complessita' agli elementi a quattro razze della Mini John Cooper Works GP. Il prominente alettone posteriore montato sul tetto con flusso d'aria e accenti in giallo integra anche il gruppo ottico di segnalazione ed e' stato stampato in 3D presso lo stabilimento di Oxford. L'interno e' ridotto all'essenziale; rimangono solo i sedili anteriori. L'area del guidatore consiste in un sedile certificato con cintura a sei punti approvata sia per le corse che per l'uso su strada, un volante con assorbitore d'urto in fibra di carbonio dal design minimalista e un quadro strumenti digitale. L'aderenza rigorosa ai principi del design leggero da' alla safety car un peso in ordine di marcia di circa 1.230 kg, circa 130 kg piu' leggera della Mini Cooper SE standard.

Il sistema di propulsione produce 135 kW e 280 Nm che permette alla Mini Electric Pacesetter di accelerare da 0-100 km/h in 6,7 secondi e da 0-60 km/h in 3,6 secondi. Il sistema di propulsione si unisce alle sospensioni coilover da corsa (a tre vie regolabili in estensione, compressione, altezza e campanatura) per offrire il massimo go-kart feeling. Gli attacchi dei bracci di controllo delle sospensioni da corsa, un aumento di 10 mm della larghezza della carreggiata, piu' i freni a quattro pistoni e le ruote della Mini John Cooper Works GP con pneumatici Michelin Pilot Sport (245/40 R18) completano il pacchetto. La vettura entrera' in azione per la prima volta a Roma il 10 aprile in occasione del secondo evento (gara 3) della stagione 2021 della Formula E, con al volante Bruno Correia.

(ITALPRESS).

ads/com