Arriva una teoria che sconvolge gli scenari paventati dai fautori del riscaldamento planetario

·1 minuto per la lettura
Uno dei diagrammi di computazione termica del professor Archibald
Uno dei diagrammi di computazione termica del professor Archibald

In materia di clima, l’astrofisico David Archibald ha avanzato una teoria a suo modo rivoluzionaria: “C’è una evidente tendenza al raffreddamento globale”. Insomma, arriva una lettura scientifica che sovverte gli scenari dei fautori del riscaldamento planetario e mette in discussione molti loro paladini, inclusa la “vessillifera” Greta Thunberg. Il sunto è che in un contesto di allarmismo l’analisi di Archibald prende la strada opposta.

“Evidente tendenza al raffreddamento globale”: la tesi che proprio non ti aspetti

Leggiamo l’incipit della clamorosa lettura sul clima planetario: “La temperatura del nostro pianeta ha raggiunto il picco nel 2016 e da allora, è stata in calo disciplinato. Si trova in un range di 0,5°C con un calo di -0,03°C all’anno. L’atmosfera si stava riscaldando a 0,013°C all’anno, secondo il lavoro del dottor Roy Spencer”.

“Se continuerà questa evidente tendenza al raffreddamento globale, in 10 anni torneremo agli anni ‘80”

Poi l’astrofisico spiega: “Se la tendenza al raffreddamento stabilita continuerà, serviranno soltanto altri 10 anni per tornare alle temperature dell’inizio degli anni ’80”. Dopo un lead così rivoluzionario arriva la spiegazione: “Con la tendenza al raffreddamento saldamente stabilita, la domanda è: la causa immediata può essere trovata nell’attività solare?”.

Ribasso termico ed una evidente tendenza al raffreddamento globale: Archibald spariglia le carte

A questo punto chiosa Archibald: “Dalla metà degli anni ’80, la temperatura atmosferica è stata in un range al rialzo di 0,75°C con i limiti indicati dalle linee viola. È stato un rialzo disciplinato con la linea del limite inferiore toccata 4 volte in 30 anni. In maniera simile, l’attuale tendenza al ribasso ha il suo limite inferiore definito da 4 punti dati”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli