In arrivo 90 milioni di euro per il centro storico di Napoli

riqualificazione napoli

La mattina di martedì 16 luglio il ministro dei Beni Culturali e il ministro per il Sud hanno firmato il Contratto istituzionale di Sviluppo. Insieme a loro c’erano anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola. Grazie a questo contratto, infatti, la città di Napoli potrà beneficiare di 90 milioni di euro per la riqualificazione del centro storico. Si tratta, infine, di un accordo molto importante per la città di Napoli.

Napoli, “nuovo” centro storico

Alberto Bonisoli (ministro dei Beni Culturali), Giulia Lezzi (ministro per il Sud), Luigi de Magistris (primo cittadino di Napoli) e Fulvio Bonavitacola (vicepresidente della regione) hanno firmato il Contratto istituzionale di sviluppo. Grazie all’accordo verranno stanziati 90 milioni di euro per la riqualifica del centro storico di Napoli. Il ministro dei Beni Culturali, inoltre, ha dichiarato: “È stato un lavoro di squadra in cui tutti i soggetti interessati si sono impegnati al massimo per arrivare in pochissimi mesi alla firma”. Bonisoli ha anche chiarito che “firmeremo due protocolli. Il primo con l’Anac e il secondo con Anac e Antimafia, proprio per escludere qualsiasi possibilità di infiltrazione mafiosa e impedire ogni tentativo di corruzione”.

I quartieri beneficiari

I 90 milioni in arrivo per la città di Napoli verranno destinati soprattutto a Rione Sanità e Montesanto, come spiega il ministro Bonisoli. “Il Rione Sanità è zona popolare che collega il Mann e il museo di Capodimonte”, mentre “l’altro popolare quartiere di Montesanto è interessato prevalentemente da interventi di riqualificazione infrastrutturale”. Infine, uno degli altri interventi in programma riguarda palazzo Penne, nella piazzetta Teodoro Monticelli. Per la struttura, che diventerà la sede del museo dell’Architettura e del Design, saranno riservati 10 dei 90 milioni di euro.