In arrivo la revoca e la riattivazione del Green Pass per positivi e guariti

·2 minuto per la lettura
Green Pass (Photo: Ansa)
Green Pass (Photo: Ansa)

“Sulla sospensione del Green Pass in caso di contagio e sulla sua riattivazione in caso di tampone negativo dopo una fase di positività, vi è una procedura in corso”. Questo l’annuncio del ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo al question time in Aula alla Camera. “Penso che dobbiamo lavorare perché i problemi che ci sono stati possano essere risolti nel più breve tempo possibile” ha aggiunto Speranza.

I problemi a cui si riferisce il ministro della Salute sono quelli che hanno colpito centinaia di migliaia di italiani e non solo. All’inizio infatti, come sottolineato da Speranza, la “modalità europea prevedeva solo la sospensione del green pass in caso di falsificazione”. Nel mese di dicembre, così, come riportato da diversi media nazionali, erano almeno 100mila le persone positive in Italia che avevano in tasca un Green Pass, anzi un Super Green Pass, perfettamente valido. La certificazione infatti non era stata sospesa. Questo perché l’annunciato meccanismo automatico di revoca del Green Pass a fronte di un tampone positivo di fatto non è mai entrato in funzione, poiché la piattaforma del ministero della Salute, in cui vengono registrati i tamponi positivi, non interloquisce con quella dei Green Pass. Tali disagi però si sono registrati in tutti i Paesi europei dove è valido il Green Pass e anzi l’Italia è stata il primo Paese a spingere affinché venisse adottato un meccanismo di revoca. La legge italiana prevedeva già sanzioni per chi, contagiato, violasse l’isolamento e provasse ad usare il Green pass. Ma l’obiettivo del governo è ottenere una norma a livello europeo.

Ora l’annuncio di una nuova procedura in corso decisa a livello nazionale e che si distanzia da quella europea. Una modalità di revoca e di riattivazione della certificazione che era stata introdotta nel dpcm dello scorso dicembre. “Abbiamo dovuto lavorare per costruire una modalità nostra, nazionale, di sospensione diversa del Green Pass. Dopo alcune sollecitazioni, anche di natura parlamentare, con l’ultimo dpcm del 17 dicembre abbiamo introdotto un meccanismo che a regime porterà a un doppio automatismo: di sospensione della validità del green pass di fronte a un caso di positività e al tempo stesso però uno stop di questa sospensione e riattivazione del certificato in caso di tampone negativo dopo la positività” ha chiarito Speranza.

L’automatismo dunque al momento è work in progress e presto, secondo le parole di Speranza, dovrebbe entrare in funzione. A generare la revoca automatica in caso di positività sarà la ‘Piattaforma nazionale-Dgc’, la stessa da cui è possibile scaricare il Green Pass. La revoca sarà comunicata anche al Gateway europeo che provvederà a bloccare i Pass “scaduti” e quindi le partenze dei positivi. Una volta guariti dal Covid ai nuovi negativi verrà generato un nuovo Green Pass.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli