Arrivo a sorpresa del presidente del Consiglio Europeo accolto dalla vicepremier Vereshchuk

·1 minuto per la lettura
Charles Michel accolto dalla vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk
Charles Michel accolto dalla vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk

Charles Michel è giunto in visita a Kiev, “nel cuore dell’Europa libera e democratica”, secondo un suo tweet postato nei minuti precedenti all’arrivo in stazione. Il viaggio a sorpresa del presidente del Consiglio Europeo, che è stato accolto dalla vicepremier Iryna Vereshchuk, getta una ideale soluzione di continuità con le visite ufficiali dei massimi rappresentanti di Bruxelles dei giorni scorsi.

Charles Michel in visita a Kiev

All’inizio di aprile infatti erano stati stata la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Ue, Josep Borrell a recarsi in Ucraina. In quelle circostanze i due avevano anche visitato Bucha, la cittadina alle porte della capitale teatro delle stragi attribuite ai soldati di Mosca. La visita di Michel ha a suo modo anche uno scopo diplomatico particolare: quello di rimettere a fuoco le priorità dell’Unione Europea in ordine ad un conflitto su cui a sorpresa anche Bruxelles non era stata immune dall’azione dei “falchi”.

Dopo il “falco” Borell la “colomba” Michel, forse

Falchi fra i quali aveva dato una muscolare prova di sé proprio l’Alto Rappresentante degli Esteri Joseph Borrell, che su Twitter aveva postato una dichiarazione a suo modo pesante: “Questa guerra sarà vinta dall’Ucraina sul campo” e che aveva ribadito la necessità di inviare armi anziché varare sanzioni energetiche. Non è un caso che il tweet di Borrell non fosse piaciuto affatto a Mosca.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli