**Arte: Alberto Giacometti, all'asta a Londra iconica statua del 1950**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Londra, 27 apr. – (Adnkronos) – Un capolavoro dello scultore svizzero Alberto Giacometti (1901-1966), l'iconica statua in bronzo "Homme qui chavire", sarà messo all'asta da Christie's il 30 giugno a Londra con una stima di prevendita di 12-18 milioni di sterline. Concepito nel 1950 e fuso un anno dopo, "Homme qui chavire" (Uomo capolvolto) ritrae un uomo nel momento prima che cada a terra o, al contrario, si alzi da terra per ascendere verso l'alto.

È una delle più grandi figure allungate e attenuate di Giacometti realizzate dopo la fine della seconda guerra mondiale. Forse nessun altro lavoro nell'opera dell'artista incarna la fragilità essenziale e la solitudine intrinseca dell'esperienza umana.

"Homme qui chavire" è uno dei sei calchi realizzati sotto la direzione di Giacometti, con esempi ora conservati in musei tra cui il Kunsthaus, Zurigo, la Fondation Louis Vuitton di Parigi e il Musée Granet di Aix-en-Provence. L'ultimo esempio di questa importante scultura ad essere offerto all'asta è stato oltre un decennio fa, nel 2009, raggiungendo i 19,4 milioni di dollari. Da quel momento Christie's ha stabilito il record mondiale d'asta per una scultura di Alberto Giacometti con "L'homme au doigt" che ha realizzato oltre 140 milioni di dollari nel maggio 2015.