Arte: Carabinieri e Guardia Finanza sequestrano 500 opere contraffatte di Francis Bacon (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – L’obiettivo del gruppo individuato sarebbe consistito nell’accreditare i disegni nel mercato dell’arte attraverso esposizioni nazionali e internazionali, cataloghi, siti internet, fondazioni e società di diritto estero, così da accrescerne la “quotazione” per poi rivenderli, di conseguenza in maniera fraudolenta e a caro prezzo, a ignari acquirenti.

Emblematiche le considerazioni del Gip, il quale ha ritenuto sussistente un "arsenale di fraudolenze predisposto ad arte", tra cui l’attribuzione delle opere esposte a un corpus unitario derivante da un lascito del maestro. Le indagini hanno così condotto al sequestro ‘impeditivo’ dell’intera collezione di opere d’arte e al sequestro 'preventivo' finalizzato alla confisca – sia diretta per 1,8 milioni di euro circa, quale profitto del reato di truffa, sia “per equivalente” – di denaro, beni e altre utilità sino al valore di 1,4 milioni di euro circa, quale profitto del reato di autoriciclaggio.

L’esecuzione del provvedimento ha richiesto l’impiego di oltre 60 militari della Guardia di Finanza e dei Carabinieri del Comando TPC che hanno operato, congiuntamente e in stretta sinergia, tra le province di Bologna, Padova, Milano e Treviso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli