Arte e politica nella capitale del Kosovo. Fino ad ottobre è di scena la Biennale itinerante

Arte e politica nella capitale del Kosovo. Fino ad ottobre è di scena la Biennale itinerante

Una biennale unica nel suo genere. Pristina, capitale del Kosovo, ospita per 100 giorni “**Manifesta 14**”, l’evento internazionale d’Arte Contemporanea itinerante. In programma 40 interventi artistici e urbani. Ben 32 opere sono state realizzate appositamente per questa straordinaria kermesse, concepita all’inizio degli anni ’90.

Un’occasione unica per il Paese come ha sottolineato anche la Presidente kosovara Vjosa Osmani: "Pristina dà il meglio di sé quando accoglie persone da tutto il mondo. Ora abbiamo un’opportunità straordinaria ovvero mostrare lo spirito innovativo di questa capitale e la sua apertura verso culture e nazioni differenti."

"Prishtina è ora una città europea, ha sottolineato il sindaco Perparim Rama. Abbiamo i massimo esponenti dei media, dell’arte e della cultura per questa biennale. Non sarà solo un evento-vetrina per personalità straniere ma anche una fantastica piattaforma per i nostri artisti locali.”

L'arte e la vita

**"Manifesta"**creata nel 1996 da sempre punta ad attirare l’attenzione dei giovani artisti con un occhio di riguardo alle questioni socio-politiche ed economiche delle regioni in cui si svolge. "Manifesta 14" ora intende aiutare questo giovane paese. Il Kosovo, a recuperare lo spazio pubblico e a mantenere aperta la sua metropoli, che si trova nel cuore dei Balcani.

La curatrice di questa edizione, Catherine Nichols, ha scelto un titolo per la Biennale che esprime il suo obiettivo di raccontare la complessa storia di questo paese. “It matters what worlds world worlds: how to tell stories otherwise” . "**Manifesta 14"**raccoglie la sfida di esplora-re e generare nuove pratiche e modalità di narrazione collettiva.

L’edizione di quest’anno si concentra sugli artisti kosovari e balcanici in generale, ma ci sono anche nomi di fama internazionale. Tra i più noti l’americano Roni Horn, il giapponese Chi-haru Shiota e la palestinese Emily Jaciir. "Manifesta 14" proseguirà fino al prossimo 30 ottobre. Tutte le mostre e gli eventi sono gratuiti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli