Arte, gli Uffizi in mostra miniature recuperate dai Carabinieri

Xfi

Firenze, 23 giu. (askanews) - La mostra "Storie di pagine dipinte. Miniature recuperate dai Carabinieri" organizzata dalle Gallerie degli Uffizi comprende circa quaranta opere, recuperate dopo il furto da questo speciale comando dell'Arma. I manoscritti e le singole pagine miniate in mostra attraversano la grande stagione di produzione libraria dell'Italia centrale dal Duecento al Cinquecento: provengono da Castelfiorentino, Colle di Val d'Elsa, Firenze, Perugia e Pistoia, e le miniature sono opera di artisti importantissimi come il Maestro di Sant'Alessio in Bigiano.

La realizzazione della mostra dovuta a storici dell'arte, specializzandi e dottorandi di Storia della Miniatura all'Universit degli Studi di Firenze, sotto la guida della professoressa Sonia Chiodo, una dei massimi esperti della materia. "Le Gallerie degli Uffizi - commenta il direttore Eike Schmidt - hanno all'attivo molte collaborazioni e progetti con istituti di ricerca, in Italia e in Europa. Il gruppo dell'Universit di Firenze diretto da Sonia Chiodo un esempio di applicazione pratica dello studio, in questo caso con un altissimo valore civico. Possiamo dire che si trattato di un vero e proprio "laboratorio di tutela", in cui i giovani studiosi e la loro valorosa professoressa hanno affiancato l'Arma dei Carabinieri, insieme ai funzionari e agli assistenti degli Uffizi, raggiungendo un risultato che non solo si traduce oggi in una mostra bella e sofisticata, ma che durer nel tempo. A questi ragazzi abbiamo affidato un compito delicatissimo, e loro l'hanno svolto in maniera egregia"

Il Generale di Brigata Roberto Riccardi, Comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela Patrimonio Culturale: "l'avvio di questa mostra carico di significati importanti. una luce che si accende alla fine del tunnel, la bellezza che sopravvive all'orrore e torna a rincuorarci".