Arte: Gustave Courbet, ricompare dipinto dopo oltre un secolo e va all'asta a New York

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

New York, 6 mag. – (Adnkronos) – Il dipinto "Baigneuses dans la forêt" del pittore francese Gustave Courbet (1819-1877), confiscato per due volte al suo proprietario originale nel corso del '900 e ricomparso in pubblico dopo oltre un secolo, andrà all'asta da Sotheby's il 12 maggio a New York con una stima tra 180.000 e 250.000 dollari. La vendita avviene dopo l'accordo tra gli eredi del barone ungherese Ferenc Hatvany, legittimo proprietario del dipinto, e il suo possessore più recente.

Il quadro "Baigneuses dans la forêt" (1862) ritrae due bagnanti nude immerse in una rigogliosa foresta verdeggiante. Fu acquistato dal barone Hatvany, grande collezionista, nel 1908 e dopo i tumulti della rivoluzione ungherese fu requisito dalla polizia sovietica nel 1919, prima che gli fosse restituito intorno al 1923. A distanza di due decenni, nel 1944, Hatvany fu costretto a fuggire da Budapest per i rastrellamenti nazisti. Nel febbraio 1945 l'esercito russo invase l'Ungheria e riuscì a rubare i dipinti di Hatvany custoditi nel caveau di una banca, tra cui figurava l'opera di Courbet, riapparsa solo di recente.

Hatvany, sopravvissuto alla persecuzione nazista, morì in Svizzera nel 1958. I suoi discendenti hanno iniziato un lungo percorso di recupero delle opere depredate. Per "Baigneuses dans la forêt" è stata fondamentale l'intermediazione di Sotheby's, che si è impegnata per ritrovare l'opera. Le ricerche hanno condotto la casa d'aste in Australia, dove risiede l'attuale proprietario dell'opera. La sua identità è per ora tenuta riservata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli