Arte: Jeff Koons mette a subbuglio il mercato, lascia le grandi gallerie Gagosian e Zwirner

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

New York, 27 apr. – (Adnkronos) – Mercato internazionale dell'arte in subbuglio: lo statunitense Jeff Koons, 66 anni, l'artista vivente più costoso del mondo, ha lasciato le grandi gallerie newyorchesi Gagosian e David Zwirner per essere rappresentato esclusivamente dalla Pace Gallery, "in quello che equivale a un importante cambiamento nelle classifiche di potere dell'industria artistica", commenta Artnet che ha pubblicato la notizia. La Pace Gallery ha sedi a New York, Londra, Hong Kong, Palo Alto, Ginevra, Seul, East Hampton e Palm Beach e rappresenta artisti come Alexander Calder, Jean Dubuffet, Barbara Hepworth, Agnes Martin, Louise Nevelson e Mark Rothko.

Koons, noto anche per essere stato sposato con Ilona Staller, la pornodiva Cicciolina, acclamato continuatore della Pop Art, ha informato le sue ex gallerie della sua decisione venerdì scorso tramite un'e-mail. "A volte professionalmente nella vita, possiamo trovarci a un bivio", ha detto Koons in una dichiarazione che con cui ha annunciato il cambiamento. "Durante l'ultimo anno ho avuto l'opportunità di riflettere su ciò che vorrei ottenere con il lavoro della mia vita per portarlo al massimo potenziale. Così ho deciso che un cambiamento nell'ambiente del mio lavoro sarebbe una cosa positiva in questo momento".

L'artista ha detto che il passaggio è "eccitante" e che il trasferimento presso la Pace Gallery porterà "enormi opportunità" per la produzione del suo lavoro. La galleria fondata nel 1960 ha una lunga storia di collaborazione con artisti per eseguire costose sculture monumentali.