Arte: la magnificenza dei Medici conquista New York con una grande mostra dal 26 giugno

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

New York, 6 giu. – (Adnkronos) – La magnificenza e la potenza dei Medici alla conquista degli Usa. Il Metropolitan Museum of Art di New York riaprirà la stagione delle mostre in presenza con una grande esposizione dal titolo "The Medici. Portraits and Politics. 1512-1570", in programma dal 26 giugno all'11 ottobre. La rassegna proporrà un viaggio di circa 60 anni nella storia dell'arte fiorentina attraverso il mecenatismo e il potere nella Firenze che vede il passaggio dalla Repubblica al Granducato di Toscana.

Raffaello, Francesco Salviati, Jacopo Pontormo, Benvenuto Cellini, Agnolo Bronzino, Tiziano, Sebastiano del Piombo sono alcuni dei grandi artisti di cui si potranno ammirare i capolavori. L'esposizione è curata da Keith Christiansen (presidente del Dipartimento di dipinti europei del Metropolitan Museum of Art) e dallo storico dell'arte Carlo Falciani (docente presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze). In mostra quasi un centinaio di opere tra dipinti, sculture, disegni e medaglie.

La rassegna illustrerà anche la trasformazione della ritrattistica dalle austere raffigurazioni medicee repubblicane (dal 1512 all'assedio di Firenze del 1530) a quelle più auliche del periodo granducale (1537-1570). Tra le opere prestate per l'occasione il ritratto di Cosimo I de' Medici e due della moglie Eleonora di Toledo di Bronzino che arriveranno da Palazzo Reale di Pisa e da Praga; il ritratto di Bindo Altoviti attribuito a Francesco Salviati della Collezione Tavitian di New York; il ritratto di Laura Battiferri del Bronzino conservato nel Museo di Palazzo Vecchio a Firenze e da poco restaurato grazie al supporto di Friends of Florence.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli