**Arte: nuovo studio, Raffaello riscoprì il segreto del blu egizio** (2)

·1 minuto per la lettura
**Arte: nuovo studio, Raffaello riscoprì il segreto del blu egizio** (2)
**Arte: nuovo studio, Raffaello riscoprì il segreto del blu egizio** (2)

(Adnkronos) – In particolare saranno illustrati i risultati delle indagini sui materiali dell'affresco "Il trionfo di Galatea" effettuate dal gruppo coordinato dal professore Antonio Sgamellotti e composto da Claudio Seccaroni (Enea), Chiara Anselmi (Iret-Cnr), Michela Azzarelli, Manuela Vagnini (Laboratorio di Diagnostica per i Beni Culturali di Spoleto), Roberto Alberti, Tommaso Frizzi (XGLab-Bruker). I risultati ottenuti integrano le conoscenze acquisite nei passati restauri con quelle derivanti dalle più recenti tecniche di analisi non-invasive sia puntuali che per immagini.

Dopo il saluto della presidenza dell'Accademia e l'apertura dei lavori del professore accademico dei Lincei Antonio Sgamellotti e di Virginia Lapenta, conservatore di Villa Farnesina, alle ore 10,30 Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino, parlerà di "Il blu egizio in età dinastica". Carlo Rescigno (Linceo, Università della Campania 'Luigi Vanvitelli' di Caserta) parlerà di "Il blu egizio in età classica" mentre Chiara Anselmi racconterà "Il blu egizio nel Trionfo di Galatea di Raffaello".

"Raffaello e l'Antico" è il tema della relazione di Alessandro Zuccari (Linceo, Università "La Sapienza" di Roma); "Le fonti classiche" quello di Massimo Osanna (direzione generale Musei del Ministero della Cultura). A Salvatore Settis (Linceo, professore emerito della Scuola Normale Superiore di Pisa) spettano le conclusioni del convegno, dopo le quali ci sarà una visita virtuale alla mostra "Raffaello in Villa Farnesina: Galatea e Psiche", esposizione curata da Antonio Sgamellotti e da Virginia Lapenta, che è stata prorogata fino al 27 febbraio a causa dell’emergenza sanitaria.