Arte, spunta inedito di Amedeo Modigliani autenticato nel 1920 -2-

Bnz

Venezia, 29 lug. (askanews) - Il proprietario dell'opera, tramite l'avvocato Pierpaolo Alegiani, professionista con studio a Jesolo (Ve), si è appellato al Tribunale di Venezia con una richiesta di Accertamento Tecnico Preventivo (ATP). Al termine della verifica, il collegio dei consulenti nominati dal Tribunale, si è espresso per «l'indubbia attribuibilità del dipinto ad Amedeo Modigliani e l'autentica posta sul retro di indubbia mano del mecenate Leopold Zborowski».

L'opera in questione sembra identica al famoso olio su tela esposto al MET di New York. Tale somiglianza è facilmente riscontrabile leggendo la scritta in lingua polacca riportata sul retro della tavola, che recita: «Caro amico Durini, questo bozzetto è stato dipinto da Amedeo Modigliani nel 1919» , firmato Leopold Zborowski.

(segue)