Artigianato: premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti a 'Tipoteca-Una storia italiana'

·3 minuto per la lettura
Artigianato: premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti a 'Tipoteca-Una storia italiana'
Artigianato: premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti a 'Tipoteca-Una storia italiana'

Roma, 19 nov. (Labitalia) – 'Tipoteca. Una storia italiana' a cura di Silvio Antiga (Antiga Edizioni, 2019) è risultato vincitore nella sezione 'Artigianato di tradizione'. Il volume ripercorre attraverso contributi di valore e immagini i primi 25 anni di un luogo unico a livello nazionale, che è archivio, collezione, museo, laboratorio, e oggi un consolidato punto di riferimento per la cultura tipografica. La cerimonia delle premiazioni sarà trasmessa nel canale Youtube e nella pagina Facebook del premio sabato 28 novembre a partire dalle 16. La sua unicità risiede, ancor prima che nella conservazione degli oggetti, nella conservazione e trasmissione di un sapere artigianale che si vuole mantenere vivo: la Tipoteca di Cornuda (Treviso), non è solo il più importante museo nazionale dedicato alla stampa e al design tipografico, ma anche un laboratorio in cui si continua a lavorare e creare.

Questa specificità è stata raccontata, in occasione dei 25 anni di apertura, nel volume fotografico 'Tipoteca. Una storia italiana', a cura del suo fondatore Silvio Antiga (Antiga Edizioni, 2019), risultato vincitore del prestigioso premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti per la letteratura di montagna, alpinismo, esplorazione – viaggi, ecologia e paesaggio, artigianato di tradizione e Finestra sulle venezie nella sezione 'Artigianato di tradizione'.

'Tipoteca. Una storia italiana', a cura di Silvio Antiga, ripercorre i venticinque anni di un luogo che è archivio, collezione, museo, laboratorio, e oggi un consolidato punto di riferimento internazionale per la cultura tipografica, nel quale viene conservato e tramandato l’ingegno dei tipografi artigiani e artisti. "Noi che questa storia l’avevamo vissuta intensamente non potevamo assistere indifferenti alla dispersione del sapere e dell’ingegno degli artisti artigiani che ci avevano preceduto. La tipografia ci aveva permesso di esprimere la nostra passione, di vivere e dare lavoro a tante persone. Non potevamo disconoscere le nostre origini e la valenza di tanta storia: sentivamo di dover saldare un debito di riconoscenza nei confronti del nostro mestiere", si ricorda nell’accurato volume fotografico.

La giuria ha così motivato la scelta di premiare il volume: "Sono molti i motivi che hanno portato i giurati ad assegnare il premio al volume Tipoteca: perché le sue pagine, che arricchiscono i lettori di conoscenza ed emozioni, raccontano una storia italiana di successo, di una famiglia veneta e dell’arte tipografica, e i giurati sono convinti che le storie di qualità salveranno la stampa, aggiungendo valore culturale a terre materialmente prospere. Perché la cornice nel libro si fa bellezza pura, con l’ingegno creativo che sposa la tecnica editoriale e le vite degli uomini si coniugano con il cammino dei caratteri, dal Cinquecento a oggi".

"Perché – ha sottolineato – questa opera incredibilmente affascinante è il frutto di un lavoro di squadra, di molti autori che (sotto la guida di Silvio Antiga e dei suoi fratelli) 'sanno' della stampa, l’hanno vissuta, ci sono cresciuti dentro, fino a creare un museo e una realtà culturale frequentata da appassionati e studiosi che arrivano da tutto il mondo per scoprire le origini dell’arte della stampa, della comunicazione, del design. Il nostro riconoscimento è premio letterario Mazzotti e questo libro è vera letteratura, fondata sulle parole e sulle immagini, su pagine capaci di trasmettere il profumo degli inchiostri, il calore delle fusioni e il rumore delle macchine via via più potenti: il massimo dell’artigianato".

Nel corso della premiazione la Giuria dei quaranta lettori, composta da personalità provenienti da vari ambiti della società civile scelte nel Triveneto, assegnerà il super premio 'La voce dei lettori' del valore di tremila euro ad uno dei tre vincitori delle altrettante sezioni di gara. Gli altri due vincitori, che con Ferrari concorreranno all’assegnazione del super premio, sono Alessandra Viola con 'Flower Power. Le piante e i loro diritti' (Giulio Einaudi Editore, 2020), selezionato nella sezione 'Ecologia e paesaggio', e Marco Albino Ferrari, autore di 'Il castello delle storie. Montagne, ghiacciai, foreste da oggi al 1778' (Ulrico Hoepli Editore, 2019), premiato nella sezione 'Alpinismo'.