Ascani: con linea Franceschini voti dimezzati, no accordo Pd-M5s

Adm

Roma, 26 lug. (askanews) - La proposta di Dario Franceschini rischia di far "dimezzare" i voti del Pd, bisogna dire "no ad un accordo con M5s". Lo dice la vice-presidente del Pd Anna Ascani.

"Se, come propone Franceschini, il Pd si mette a fare opposizione solo a metà Governo, se attacca Salvini ma trasforma i 5 stelle in una sorta di 'compagni che sbagliano' (quelli che ci accusano di togliere i bambini alle famiglie con l'elettroshock!), rischiamo di fare la fine di Forza Italia: opposizione a mezzo servizio, ma anche partito che dimezza i voti".

"Non ci si può opporre al peggior governo della storia solo a metà, a corrente alternata, - prosegue Ascani - perché così nessuno potrà prenderci sul serio. Come è successo questa settimana: mentre alcuni di noi proponevano la mozione di sfiducia contro l'indegno Salvini che scappa dal Parlamento, qualcun altro proponeva di condividere i 'valori comuni' con i suoi alleati M5s".

Conclude la deputata Pd: "Come fanno gli elettori a capirci qualcosa? Franceschini ha il merito di aver fatto chiarezza, di essere uscito allo scoperto con quello che durante la campagna per le primarie avevamo paventato come rischio dietro la candidatura Zingaretti: tentare un accordo coi cinque stelle. Anche noi siamo chiari, però: quell'accordo se mai avverrà sarà senza di noi".