Ashton Kutcher scoppia in lacrime pensando al fratello malato

Ashton Kutcher non è riuscito a trattenere le lacrime parlando del fratello Michael.

Durante la prima intervista congiunta con Michael al «The Checkup with Dr. David Agust», l’attore ha ricordato il momento in cui rischiò di perdere il gemello, affetto da un problema al cuore.

«Ricordo che mio padre entrò, mi prese e mi disse: “Andiamo a trovare tuo fratello”», ha ricordato Kutcher. «E io dissi: “È successo qualcosa di brutto"».

Michael, nato con una paralisi cerebrale, aveva bisogno di un trapianto di cuore da adolescente. A complicare il quadro clinico fu poco dopo un coagulo di sangue.

Nel corso della sua vita, Ashton si è più volte chiesto il motivo per cui il destino si sia accanito così tanto con Michael e non con lui. Il punto di svolta è avvenuto quando Michael ha chiesto espressamente ad Ashton di mettere a tacere i suoi sensi di colpa.

«Mi ha guardato e mi ha detto: “Ogni volta che provi compassione per me, mi fai sentire una nullità”», ha condiviso l’attore. «E ancora: “Questa è l’unica vita che conosco, quindi smettila di stare male per l’unica cosa che ho”. Quel momento ci ha permesso di essere quello che siamo oggi, due persone uguali».

Il 44enne è tornato a parlare anche della sua battaglia contro la vasculite, un'infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni, che lo ha colpito nel 2020.

«Non riuscivo a camminare e poi improvvisamente non vedevo più», ha rivelato nella clip di preview. «Mi ero ritrovato faccia a faccia con la morte».