Asia Argento rivela il contenuto dell’ultimo messaggio all’ex prima del suo suicidio


Asia Argento si “prende la colpa” della morte di Anthony Bourdain, che si è tolto la vita l’8 giugno del 2018, ma ritiene che sia riduttivo dire che l’ex compagno, chef televisivo notissimo in America, si sia suicidato perché lei lo ha tradito. Ha anche rivelato cosa gli scrisse poche ore prima che lui facesse un gesto tanto estremo.
“Nell’ultimo messaggio gli ho detto di non rompermi le palle”, ha spiegato a ‘Domenica In’ intervistata da Mara Venier. “Anthony aveva bevuto, aveva il problema dell’alcol come ce l’avevo io. Era strano quella sera, petulante, aveva una voce impastata. Mi aveva telefonato, gli avevo passato anche mia figlia”, ha aggiunto. “Io ero allegra perché il giorno dopo dovevo iniziare X Factor. Lui mi portava giù”, ha continuato.
Secondo l’attrice 47enne Anthony non era geloso. “Lui nei messaggi mi diceva che ero una donna libera. Non era gelosia la sua”, ha sottolineato. “Era depresso”, ha quindi voluto chiarire.
E ancora: “Persone intorno ad Anthony hanno cercato di addossare la colpa a me, di ritenermi responsabile. Io mi sono data questa colpa. Se c’è da prendersi la colpa io me la prendo, però credo sia riduttivo spiegare quanto successo così”.
“Era molto fragile ma nascondeva questa sua fragilità, non poteva farla vedere”, ha quindi concluso.