Aspi: domani faro su Assemblea Atlantia, si va verso sì a offerta

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 mag. (Adnkronos) – Riflettori accesi sull'Assemblea degli azionisti di Atlantia che domani è chiamata ad esprimersi sull'offerta vincolante del consorzio costituito da Cdp Equity, Blackstone e Macquarie per l'88,06% di Aspi. Il voto dei soci avrà valore consultivo ma a poche ore dell'Assemblea lo scenario che sembra delinearsi è quello di un sì all'offerta. I due principali soci, Atlantia e Fondazione Crt, che insieme controllano circa il 35% e che il 29 marzo scorso non avevano votato a favore del progetto di scissione di Aspi, dovrebbero votare a favore dell'offerta. Anche i proxy advisor (Glass Lewis, Iss e Frontis) hanno dato parere favorevole alla cessione di Aspi al consorzio.

Dopo l'Assemblea si riunirà un Cda della società che dovrebbe ratificare l'esito del voto per poi tornarsi a riunirsi probabilmente il prossimo 11 giugno per ufficializzare definitivamente la decisione presa.

Sul tavolo c'è solo l'offerta del consorzio guidato da Cdp (che dopo un ritocco da 200 milioni di euro valuta il 100% di Aspi in 9,3 miliardi di euro) visto che la prospettata offerta avanzata da Florentino Perez, il patron del gruppo spagnolo Acs, a inizio aprile, non si è finora concretizzata.