Assegno unico Inps: ecco come inviare la tua domanda

·2 minuto per la lettura

A partire dall'1 gennaio 2022 è possibile presentare le domande per l'assegno unico, il meccanismo di sostegno che lo Stato riconosce alle famiglie con figli. 

Il bonus è universale, non prevede cioè una soglia sopra la quale non sarà consegnato, e scatta dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età. Ecco come farne richiesta e tutte le altre informazioni importanti sul contributo in questione:

  • Possono richiederlo tutti coloro che risiedono in Italia, comprese le persone extracomunitarie che risiedono da più di 2 anni;

  • La domanda ha validità annuale e deve quindi essere rinnovata ogni anno in modalità telematica sul sito dell’Inps o presso gli istituti di patronato, a partire dall'1 gennaio 2022;

  • Le erogazioni saranno avviate a marzo 2022 con bonifico sul conto corrente dei genitori;

  • Cosa deve essere inserito nella domanda? L'autocertificazione della composizione del nucleo familiare e dei figli, il luogo di residenza, l'Iban di uno o di entrambi i genitori. È possibile allegare anche l'Isee, ma solo per ricevere l'assegno pieno in relazione alla situazione economica della famiglia. In assenza dell'indicatore economico familiare, si potrà presentare l'istanza per l'ottenimento dell'importo minimo dell’assegno, sempre a partire dall'1 gennaio;

  • L'importo medio annuo dell'assegno sarà di circa 1.000 euro e andrà a scalare con l'aumento del reddito: da 175 euro mensili per Isee pari o inferiore a 15mila euro fino a 50 euro per Isee pari o superiore a 40mila euro;

  • Sono però previste delle maggiorazioni del contributo (e nessuna soglia d'età) per le famiglie con i figli disabili: per i minorenni si riceveranno 105 euro al mese in più "in caso di non autosufficienza", 95 euro "in caso di disabilità grave" e 85 euro "in caso di disabilità media”. Per i maggiorenni disabili e fino a 21 anni, invece, si riceveranno 50 euro al mese in più, mentre oltre i 21 anni si continuerà a ricevere un assegno tra 85 e 25 euro. Maggiorazioni ci sono anche per le famiglie con 4 o più figli;

  • Il sito dell'Inps lo scorso 28 dicembre ha pubblicato sul proprio sito il servizio “Simulazione importo assegno mensile” che consente di calcolare l'importo mensile “indicativo” dell'assegno;

  • L'assegno unico sostituisce il premio alla nascita o all'adozione (bonus mamma domani), l'assegno al nucleo familiare per i figli, gli assegni familiari e l'assegno di natalità (bonus bebè), così come l'assegno erogato dai Comuni ai nuclei familiari numerosi, che cesserà il prossimo 1 marzo;

  • L’assegno unico non concorre alla formazione del reddito complessivo ed è compatibile sia con eventuali altre misure in denaro a favore dei figli, sia con il Reddito di cittadinanza.

VIDEO - Draghi: da politiche per famiglia dipende futuro, le rafforzeremo

VIDEO - Assegno unico per i figli, tutto ciò che devi sapere

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli