Assemblea Acer, Raggi: Roma ha bisogno di poteri speciali

Bet

Roma, 9 nov. (askanews) - "Noi abbiamo già dato ampi segnali dello spirito di collaborazione istituzionale che impronta la nostra attività, soprattutto quando questa collaborazione produce risultati concreti a vantaggio della cittadinanza: cito come esempi il progetto dell'ex Gil di Ostia, partito grazie alla collaborazione con Governo e Regione Lazio". Così Virginia Raggi, sindaco di Roma, nel corso del suo intervento all'Assemblea annuale di Acer.

Un lavoro che - ha detto Raggi - "stiamo portando avanti con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per dotare di maggiori fondi il trasporto pubblico locale e finanziare le opere infrastrutturali da inserire nel Piano urbano della mobilità sostenibile, come le nuove linee tranviarie; le risorse recentemente ottenute dal Ministero dell'Ambiente per il potenziamento della raccolta differenziata".

"Il dialogo con il Governo, dopo la già ricordata apertura del tavolo al Mise, va poi portato avanti su altri livelli. Mi fa piacere che il presidente Rebecchini abbia sottolineato un'esigenze che noi ribadiamo da tempo: Roma ha bisogno di poteri speciali e di risorse adeguate al suo ruolo di capitale" ha detto la sindaca ponendo l'accento sul fatto che la città "deve ricevere dallo Stato un trattamento paragonabile a quello delle altre capitali europee. O quanto meno ricevere fondi analoghi a quelle della altre città italiane, in proporzione ai suoi abitanti e alla sua estensione. Oggi non è così. Questo è un nodo che va sciolto. Perché non è possibile che i romani continuino pagare più tasse degli altri cittadini italiani senza ricevere servizi e infrastrutture all'altezza".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità