Assenze da scuola per il clima? Ora sono giustificate

(Kyodo News via AP)


"In accordo con quanto richiesto da molte parti sociali e realtà associative impegnate nelle tematiche ambientali, ho dato mandato di redigere una circolare che invitasse le scuole, pur nella loro autonomia, a considerare giustificate le assenze degli studenti occorse per la mobilitazione mondiale contro il cambiamento climatico. E' quanto ha scritto su Facebook il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti informando che, a partire da quest'anno, gli studenti potranno manifestare per il clima senza dover portare a scuola la giustificazione. Le assenze per i Fridays for Future (e altre iniziative di questo tipo), infatti, sono già giustificate in nome delle battaglie ecologiste.



"In questa settimana - ha aggiunto Fioramonti - dal 20 al 27 settembre, infatti, ragazzi e ragazze di ogni Paese stanno scendendo in piazza per rivendicare un'attenzione imprescindibile al loro futuro, che è minacciato dalla devastazione ambientale e da una concezione economica dello sviluppo ormai insostenibile". Secondo il ministro, "l'importanza di questa mobilitazione è quindi fondamentale per numerosi aspetti, a partire dalla necessità improrogabile di un cambiamento rapido dei modelli socio-economici imperanti. E' in gioco - ha concluso - il bene più essenziale, cioè imparare a prenderci cura del nostro mondo".



Non in tutte le scuole, però, l'opzione "assenze giustificate" sarà automaticamente valida. I presidi potranno decidere in autonomia se accettare l'invito del ministro oppure no.