Associazione armata per traffico droga, nuovo arresto per Fabietti

webinfo@adnkronos.com

Quattro pregiudicati italiani e uno albanese e sono stati arrestati in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Roma per associazione armata finalizzata al traffico transnazionale di sostanze stupefacenti, detenzione e porto di armi alterate e ricettazione. Il blitz, condotto dagli agenti della squadra mobile di Roma, denominato 'operazione 'Aquila Nera 2018', è scattato questa mattina. In manette è finito anche Fabrizio Fabietti, 42 anni, già arrestato nel corso dell'operazione Raccordo Criminale contro un'organizzazione dedita al narcotraffico capeggiata secondo gli inquirenti dallo stesso Fabietti e da Fabrizio Piscitelli alias Diabolik.  

In manette anche Fabrizio Borghi, 42 anni, Christian Testi, 34 anni, Luciano Russo, 38 anni e Alvaro Vyshka, albanese di 38 anni, che facevano parte di un’organizzazione criminale armata dedita alla commissione dei delitti di importazione e successiva distribuzione di cocaina. Lo stupefacente veniva ritirato in Olanda e importato in Italia dove veniva successivamente immesso sul mercato delle piazze di spaccio.  

I sodali avevano in uso mezzi modificati con la creazione di appositi vani adatti per l’occultamento della cocaina e delle armi, per poi intraprendere in “sicurezza” i viaggio con l’illecito carico. Le indagini, che prendono spunto dai precedenti arresti di nove pregiudicati albanesi e italiani che hanno portato all’emissione delle Ordinanze restrittive sono state coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma.