Assunzioni in Trenitalia, 400 nuovi posti di lavoro fino a fine anno

assunzioni-trenitalia

Nuovo piano di assunzioni per Trenitalia, che ha annunciato ben 400 nuove posizioni aperte fino al prossimo 31 dicembre. La società del gruppo Ferrovie dello Stato ha infatti ufficializzato la ricerca di posti di lavoro sui treni, ma anche nei settore della manutenzione ferroviaria e dei servizi commerciali. Un piano che va ad aggiungersi alle oltre 1.750 assunzioni già avvenute nell’azienda a partire dall’inizio di quest’anno.

Assunzioni in Trenitalia. 400 posizioni aperte

L’annuncio di nuove assunzioni pubblicato da Ferrovie dello Stato sul proprio sito internet è parte integrante degli obiettivi presenti all’interno del piano d’impresa 2019-2023. Nel piano vengono infatti previste 15mila nuove assunzioni dirette in cinque anni, le quali comprendono quindi anche i circa 4mila giovani già assunti dalla società statale dall’inizio del 2019.

Una decisione che ha subito fatto felici i sindacati, tra i primi a comunicare la scelta dell’azienda. Il segretario generale della Fit-Cisl Salvatore Pellecchia ha infatti dichiarato: “Abbiamo firmato ieri in tarda serata un accordo per altre 400 assunzioni in Trenitalia entro fine anno. Di queste, 293 saranno impiegate sui treni, 66 nella manutenzione dei mezzi e 41 nel settore commerciale, tra vendita e assistenza”.

Le parole dei sindacati

Il segretario Pellecchia parla inoltre di accordo significativo, che conferma le capacità dei sindacati di ottenere buoni risultati attraverso il dialogo con le società. Nel concludere il suo intervento, il segretario ricorda però gli altri impegni di Trenitalia: “Adesso tocca a Rete Ferroviaria Italiana avviare il ricambio generazionale e inserire giovani, sia laureati sia diplomati. Anche perché, a seguito dei processi di liberalizzazione del settore, le imprese ferroviarie negli ultimi anni sono proliferate e il maggior uso della rete richiede un maggior impegno per garantire un significativo e tempestivo incremento delle attivita’ di mantenimento in sicurezza ed efficienza dell’infrastruttura ferroviaria”.