Asti-Cuneo, Cirio: Europa attende di sapere la scelta dell'Italia -2-

Red/Gtu

Roma, 23 ott. (askanews) - "Se verrà, infatti, scelta la soluzione Toninelli l'Italia - hanno spiegato il presidente Cirio e il sindaco - la regione Piemonte - dovrà prepararsi a difendere, ed eventualmente integrare, la relazione tecnica e battagliare per ottenere l'ok". Invece, nel caso in cui, invece, si tornasse alla soluzione Delrio il via libera dall'Europa esiste già e non sarebbero necessari altri passaggi.

"Ad oggi, però, il governo italiano non ha ancora chiarito la propria scelta ed è urgente che lo faccia. È quello che abbiamo detto ieri anche al premier Conte nel nostro incontro a Torino. Qualunque sia la via, il governo deve decidere in fretta", avvertono Cirio e il sindaco di Alba - perché al momento tutto è fermo e quelle che rischiano di apparire all'Europa come sterili gelosie politiche, con il Pd attaccato alla soluzione Delrio e il M5S a quella Toninelli, tengono in scacco la decisione". "E a pagare lo stallo - concludono gli amministratori - è un territorio che aspetta da più di 30 anni questa autostrada".