Asti, 91enne spara a geometra e lo uccide per evitare pignoramento

Asti, 91enne spara a geometra e lo uccide per evitare pignoramento

Dramma della povertà in provincia di Asti. Un anziano di Portacomaro d'Asti ha sparato a un geometra per timore di un pignoramento, uccidendolo. La vittima, Marco Massano, 44 anni, sposato con figli, era stato incaricato dal tribunale di andare a casa di Dario Cellino, 91 anni, per fare una perizia sull'immobile in vista del pignoramento. Il perito doveva passare in caserma per andare coi carabinieri a fare il rilievo, ma invece scelto di andato da solo. L'anziano gli ha sparato un colpo al petto dalla finestra, il geometra è stato soccorso da una giovane coppia che passava in auto e ha chiesto l'intervento dei medici. Il geometra è stato portato in ospedale ma non ce l'ha fatta ed è morto poco dopo.

Sul posto sono arrivati i carabinieri, Cellino si era nel frattempo chiuso in casa. Era stato udito un secondo colpo, si temeva quindi un suicidio, i carabinieri dopo aver cercato di mettersi in contatto hanno fatto irruzione e hanno trovato l'uomo seduto in poltrona. Dopo una certa insistenza ha consegnato ai militari la pistola usata e altre armi, regolarmente detenute. L'anziano viveva in condizioni di degrado igienico e sociale, con la figlia di 57 anni, che stava dormendo e non si è accorta di nulla. L'uomo, secondo quanto verificato dai carabinieri, sembrava in grado di intendere e di volere, era consapevole di quanto fatto ma tranquillo. È stato arrestato e portato in caserma.