Aston Martin Valkyrie: prezzo e dettagli da Formula 1

aston martin valkyrie

A fine 2019 era prevista l’uscita in commercio dell’ Aston Martin Valkyrie, la hyper car che profuma di Formula 1. Non a caso il suo ideatore è Adrian Newey, progettista delle quattro edizioni vincenti della Red Bull Infinity, che da quando l’ha progettata nel 2016 a quando l’ha vista in pista a Silverstone questo luglio ha pensato a come rendere una vettura da pista, certo, ma anche da strada più simile possibile ad una monoposto di Formula 1. Per riuscirci l’ha perfezionata nelle prestazioni, nel motore hybrid e nel prezzo, nel budget di una hyper car.

prezzo e motorizzazione aston martin valkyrie

Il motore ibrido della supercar

Bando all’ecologia: il motore che la Aston Martin progetta con Cosworth è un efficace e ruggente V12 6.5 naturalmente aspirato che supera i 1041 cavalli di potenza e gli 11.000 giri di rotazione.

aston martin valkyrie

Il suo obiettivo è esaltare il modello a combustione interna sena rinunciare all’innovazione, unendo l’ibrido alla classica batteria.

Aston Martin Valkyrie: prestazioni

I giri in pista danno ragione a questa scelta. L’unione perfetta fra la Aston Martin è stata testata in pista sia a Silverstone che a Nurburgring. A guidarla è Chris Goodwin, test driver Aston Martin e l’esito è stato postivo. Il prossimo obiettivo da centrare è Lemans. A quanto pare sarà il team Verstappen al completo a guidarla. La Valkyrie compie prestazioni in grado di tener testa alla Red Bull a cui è ispirata e lascia senza fiato gli appassionati di Formula 1 giunti ad ammirarla questo luglio.

nuova aston martin valkyrie da corsa

La sua velocità in pista viene aiutata dalla struttura aerodinamica bassa e allungata come una monoposto, che permette una guida da pilota, con le gambe stese in avanti. L’impressione finale è quella di guidare una piuma: efficace e veloce sull’asfalto ma pesante solo 1.030 kg.

Prezzo Aston Martin Valkyrie

Per quanto riguarda il prezzo, non ci resta che valutarlo a distanza: a breve la Aston Martin metterà il suo gioiellino in produzione da una base minima di 2.8 milioni di euro. Non è tuttavia un prezzo eccessivo rispetto alla qualità, dato che i 150 esemplari da strada e 25 da pista previsti sono già già sold-out prima ancora di essere messi in vendita.