AstraZeneca alle donne, Bassetti punge Galli

·1 minuto per la lettura

"Come si fa a dire in una trasmissione televisiva di non fare il vaccino di AstraZeneca alle ragazze e alle signore tra i 35 e i 55 anni?". Matteo Bassetti punge Massimo Galli. Il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, su Facebook, stigmatizza una frase pronunciata da Galli a Cartabianca. "Non vaccinerei con AstraZeneca le ragazze e le signore dai 30 ai 55 anni", ha detto il responsabile di malattie infettive del Sacco di Milano. "Su quali basi scientifiche si basano queste affermazioni? Si tratta di una posizione personale che è contro quella di EMA e contro la letteratura scientifica britannica e internazionale. Quando parli ogni sera, in ogni programma televisivo e hai una certa età, prima o poi la stupidaggine la dici. E ieri sera è stata detta grave e pesante", scrive Bassetti sui social.

"Qualche volta se non sai cosa rispondere, è meglio se stai zitto oppure lasci parlare chi ne sa più di te. Si eviterebbero brutte figure (ma ormai a quelle ci siamo abituati) e danni importanti nella comunicazione sui vaccini", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli