Astrazeneca e i 7 casi sospetti in Germania, i motivi dello stop

·1 minuto per la lettura
featured 1247141
featured 1247141

Milano, 17 mar. (askanews) – Il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato in Parlamento, in una audizione davanti alle commissioni riunite di Camera e Senato, cosa ha portato alla sospensione del vaccino Astrazeneca in molti Paesi europei. Tutto è cominciato con 7 casi sospetti in Germania.

“Il prestigioso Paul Ehrlich institute ha segnalato in Germania 7 casi di trombosi occorsi fra i 4 e i 16 giorni successivi alla somministrazione del vaccino in pazienti giovani, fra i 20 e i 50 anni, fra le quali forme molto rare di trombosi cerebrale dei seni venosi in concomitanza con piastrinopenia e sanguinamento, queste evidenze hanno indetto gli esperti tedeschi a suggerire di sospendere le vaccinazione con Astrazeneca”, ha spiegato.

“Nelle stesse ore in molti altri paesi Ue erano avvenute sospensioni delle somministrazioni di tutte le dosi, Danimarca Iralnda Norvegia o solo alcuni lotti, il primo paese Ue è stato l’Austria”, ha continuato. “In Italia prima la procura di Siracusa e poi quella di Biella avevano sospeso il lotto ABV2856 ABV5811, alla luce di queste considerazioni e della concatenzaione di eventi, i principali Paesi Ue hanno valutato in via del tutto cautelare e precauzionale di sospendere la somministrazione di Astrazeneca e di chiedere all’Ema un chiarimento su tutti gli ultimi dati emersi in Germania e non solo”, ha concluso.