AstraZeneca, Lombardia: "Vaccino non ci serve più"

·1 minuto per la lettura

In Lombardia il vaccino anti-Covid AstraZeneca "non ci serve più". Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale Guido Bertolaso, in conferenza stampa, spiegando che "servono 300mila dosi per ultimare le seconde dosi agli over 60", ma in generale "non ci serve più". Qui "si sta vincendo la sfida" anche perché si è cercato di vaccinare subito i più fragili. "Abbiamo tenuto duro - ha sottolineato - anche se eravamo sommersi dalle critiche perché volevamo vaccinare solo gli 80enni. Io rispondevo che facevano così perché noi siamo seri, vogliamo vaccinare quelli più a rischio".

Bertolaso ha poi spiegato che "al momento abbiamo avuto notizie informali dalla struttura centrale di Roma che a luglio ci potrebbero essere riduzioni nella fornitura dei vaccini a mRna, cosa che creerebbe problemi alla Lombardia e a tutte le altre Regioni". "Avrebbero più problemi - ha aggiunto - soprattutto le regioni virtuose, che avevano già fissato le prenotazioni, e noi abbiamo prenotazioni fino al 4 agosto: viaggiamo su una media di 100mila prenotazioni al giorno fino al 4 agosto. Se dovessimo ricevere vaccini inferiori al numero previsto ci saranno problemi".

A questo problema, "si sta lavorando, credo che alla fine si troverà una soluzione. Non è colpa delle Regioni né di Figliuolo, che è terminale di una fornitura di un contratto fatto a 2mila chilometri di distanza da qui. Noi abbiamo comunque piani B nel cassetto: risolveremo il problema, magari ci sarà qualche disagio per qualche cittadino che si vedrà spostata la dose di qualche giorno".

I

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli