AstraZeneca ok per Ema. Italia oggi riprende vaccinazioni

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Il vaccino covid AstraZeneca "è sicuro ed efficace". Oggi l'Italia, dopo le news relative al via libera dell'Ema, ricomincia a somministrare le dosi del farmaco prodotto dalla multinazionale anglosvedese. L'ok è arrivato nel pomeriggio di ieri, con la conferenza degli esperti dell'agenzia europea del farmaco. Dopo lo stop, legato alle segnalazione di eventi trombotici, si riparte. Il vaccino AstraZeneca, dice l'Ema, "non è associato all'aumento del rischio complessivo di eventi tromboembolici e coaguli di sangue".

"Alcuni Paesi hanno sospeso le vaccinazioni. La conclusione scientifica a cui siamo arrivati offre ai Paesi le informazioni per prendere una decisione ponderata relativa all'uso del vaccino AstraZeneca nella loro campagna vaccinale", ha detto Emer Cooke, direttrice esecutiva dell'Ema, ribadendo che "i suoi benefici e la protezione delle persone dal Covid-19 superano i possibili rischi". Cooke ha poi fatto sapere che "avvieremo ulteriori approfondimenti per capire di più" sui "rari" eventi avversi segnalati dopo la vaccinazione con AstraZeneca. "Durante le attività di indagine e revisione" avviate su alcune segnalazioni, "abbiamo cominciato a vedere un piccolo numero di casi di un raro e inusuale ma molto serio disturbo della coagulazione e questa osservazione ha innescato una ulteriore revisione focalizzata", ha rilevato Cooke. L'agenzia ha messo a disposizione dei vari Stati "le informazioni per adottare una decisione ponderata". E l'Italia, oggi alle 15, riprenderà a somministrare il vaccino.

"Il governo italiano accoglie con soddisfazione il pronunciamento dell'Ema sul vaccino di AstraZeneca. La somministrazione del vaccino Astrazeneca riprenderà già da venerdì. "La priorità del Governo rimane quella di realizzare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile", ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Semaforo verde dall'Aifa: "Sono venute meno le ragioni alla base del divieto d’uso in via precauzionale dei lotti del vaccino, emanato il 15 marzo 2021. Pertanto" oggi "non appena il Comitato per i farmaci ad uso umano (Chmp) rilascerà il proprio parere, Aifa procederà a revocare il divieto d’uso del vaccino AstraZeneca, consentendo così una completa ripresa della campagna vaccinale a partire dalle ore 15.00", ha annunciato l'Agenzia italiana del farmaco, sentito il ministro della Salute, la direzione generale della Prevenzione e il Consiglio superiore di sanità". A ruota, sono arrivate le comunicazioni delle singole regioni che hanno annunciato l'imminente ripresa delle vaccinazioni con il farmaco.

In chiusura di giornata, la nota dell'azienda: "Non c'è un aumento del rischio generale di trombosi con il vaccino anti Covid-19 di Astrazeneca", ha affermato AstraZeneca, evidenziando che "continuerà a lavorare a stretto contatto con le autorità sanitarie per garantire un uso appropriato del vaccino anti Covid-19". La multinazionale "riconosce ed implementerà le raccomandazioni del Prac (il Pharmacovigilance Risk Assessment Committee dell'Ema, ndr), compreso l'aggiornamento delle informazioni sul prodotto, continuando a comprendere la natura e la rilevanza di questi eventi per garantire che la somministrazione in sicurezza del vaccino prosegua durante questa crisi sanitaria pubblica".