AstraZeneca, Rasi: "Stop frutto di emotività, dati sono tranquillizzanti"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Dietro la sospensione della vaccinazione anti-Covid con il siero AstraZeneca, "c'è una grossa componente emotiva perché i numeri sono molto tranquillizzanti". Lo ha detto Guido Rasi, ex direttore esecutivo dell'Agenzia europea del farmaco Ema, ospite di 'Buongiorno' su Sky Tg24, spiegando che "è stato il caso tedesco che ha fatto pendere per questa decisione perché hanno avuto dei casi un po' tutti uguali tra loro e qualcuno lo interpreta come un segnale. Ma se vediamo i numeri anche per l'Ema sarà difficile trarre conclusioni con numeri così bassi: 1.800.000 tedeschi vaccinati con AstraZeneca e 6 episodi di questa trombosi. Si tratta di un episodio circa ogni 300.000 vaccinati che corrisponde a una città come Bari".

L'esperto esprime le sue personali "grosse perplessità a sospendere una campagna in questi termini, perché il rapporto beneficio-rischio non è minimamente in discussione". "Credo che a questo punto - aggiunge - se la sospensione viene fatta comunicando che è cautelativa, riguarda tutta Europa, si fa chiarezza e si riparte con assoluta rassicurazione che possa agevolare la ripartenza”.