Astrazeneca, riunione di coordinamento fra procure che indagano

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Palermo, 15 mar. (askanews) - Si è svolta oggi una riunione di coordinamento fra alcune procure italiane impegnate nelle indagini avviate dopo decessi o eventi avversi su alcune persone, avvenuti dopo la somministrazione di vaccini Astrazeneca. Alla riunione, fra gli altri, hanno preso parte i magistrati di Catania, Gela e Biella. Le procure interessate hanno concordato sulla necessità di fare accertamenti congiunti per verificare l'esistenza di eventuali patologie pregresse che abbiano potuto determinare l'emorragia cerebrale che, in alcuni casi, ha provocato il decesso. A Gela si indaga sulla emorragia cerebrale che ha colpito, 11 giorni dopo il vaccino con il lotto Astrazeneca Abv3374, una docente di 37 anni attualmente in rianimazione all'ospedale di Caltanissetta. Il fascicolo aperto è contro ignoti. I magistrati gelesi hanno sequestrato le cartelle cliniche e stanno svolgendo accertamenti preliminari finalizzati a verificare lo stato di salute pregresso della donna per valutare possibili connessioni con la vaccinazione.