AstraZeneca sospeso in Italia, le top news di oggi

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·3 minuto per la lettura

L'Aifa sospende il vaccino AstraZeneca in Italia. Molte persone, che hanno ricevuto la prima dose, attendono news e informazioni sull'iter da seguire. Il semaforo rosso scatta dopo le ultime notizie relative alle segnalazioni di una serie di gravi eventi avversi. L'agenzia italiana del farmaco si muove in linea con altri paesi europei: arriva lo stop al vaccino in Germania, Francia, Spagna. L'agenzia europea, l'Ema, si riunirà il 18 marzo. Intanto, ribadisce che i benefici del vaccino sono superiori ai rischi.

AIFA - L'Aifa sospende il vaccino AstraZeneca in Italia. L'agenzia del farmaco ha deciso di estendere "in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’Ema, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei. Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso". L'agenzia annuncia che, "in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione".

SECONDA DOSE -Molte persone in Italia attendono chiarimenti dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino. L'Agenzia italiana del farmaco renderà "nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose". Le singole regioni si stanno organizzando. "Stanno per essere inviati oltre 7mila Sms di sospensione per le persone prenotate nel Lazio nella giornata di domani con il vaccino AstraZeneca", annuncia in una nota l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato. Questo il testo del messaggio: "A seguito della sospensione precauzionale del vaccino AstraZeneca decisa da Aifa, il suo appuntamento previsto per domani è sospeso. Sarà nostra cura informarla tempestivamente sulla riprogrammazione della vaccinazione non appena disponibili indicazioni nazionali. Invitiamo coloro che erano prenotati a non recarsi presso il punto vaccinale. Tutti saranno ricontattati".

GERMANIA, FRANCIA, SPAGNA - La sospensione decisa dall'Aifa si inserisce in un quadro europeo. Lo stop al vaccino arriva anche in Germania, Francia e Spagna. A Berlino la sospensione è stata decisa sulla base delle raccomandazioni del Paul-Ehrlich-Institut, che ritiene necessari ulteriori esami dopo le segnalazioni relative a episodi di trombosi cerebrale. In Francia, le autorità sanitarie di Parigi hanno deciso di fermare per 24 ore le somministrazioni del vaccini anglo-svedese, in attesa del parere dell'Ema. Anche la Spagna sospende in via cautelativa la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Lo ha anticipato la ministra della Salute, Carolina Darias, in una riunione con i rappresentanti delle autorità regionali, riferiscono i media spagnoli, precisando che la sospensione durerà 15 giorni.

EMA - L'agenzia europea del farmaco (Ema) si riunirà il 18 marzo in un meeting straordinario per analizzare dati e situazione relativa al vaccino. Intanto, ribadisce che i benefici del vaccino AstraZeneca superano i rischi. Episodi di "coaguli di sangue, alcuni con caratteristiche insolite come un basso numero di piastrine, si sono verificati in un numero molto limitato di persone che hanno ricevuto il vaccino" AstraZeneca. "Molte migliaia di persone - puntualizza l'ente europeo in una nota - sviluppano coaguli di sangue ogni anno nell'Ue per diversi motivi. Il numero di eventi tromboembolici complessivi nelle persone vaccinate non sembra essere superiore a quello osservato nella popolazione generale". "Mentre è in corso l'indagine dell'Ema" sui casi di eventi gravi segnalati dopo la somministrazione, l'Agenzia europea del farmaco "rimane attualmente dell'opinione che i benefici del vaccino AstraZeneca nella prevenzione di Covid-19, con il rischio di ospedalizzazione e morte associato" alla malattia, "superano i rischi di effetti collaterali" eventualmente correlabili al vaccino stesso.