Astrazeneca, team tedesco pensa a correlazione con proteina indotta da eparina

·1 minuto per la lettura
astrazeneca studio germania trombosi
astrazeneca studio germania trombosi

In seguito ai casi di trombosi registrati dopo la vaccinazione di Astrazeneca, in Germania alcuni scienziati hanno condotto una ricerca per capire le cause. Possibile correlazione tra uso di eparina e fattori coagulanti presenti nel farmaco.

Astrazeneca, studio in Germania sulle trombosi

I rarissimi casi di trombosi venosa cerebrale riscontrati in giovani donne sotto i 55 anni vaccinate con Astrazeneca non hanno allarmato l’Ema ma in Germania un team di ricercatori ha condotto uno studio per capirne le cause .

Al momento lEma nel foglio illustrativo del vaccino cita i casi di trombosi come il più rarao degli effetti collaterali, ma si attendono aggiornamenti dalla rinuone tenuta a cavallo tra il 6 e 9 aprile 2021 dal comitato di sicurezza.

Intanto sul tema giungono specifiche dallo specialista della coagulazione Andreas Greinacher, dell’Università di Greifswald. Secondo il professore tedesc e il suo team, potrebbe esserci una combinazine molto insolita alla base dei casi trombotici. I sintomi, infatti, assomiglierebbero molto a un raro effetto collaterale del fluidificante del sangue conosciuto come “trombocitopenia indotta da eparina”.

Questo effetto puà manifestarsi nei pazienti che dopo l’assunzione dell’eparina producono anticorpi che innescano la proteina chiamata PF4, causa della coalgulazione incontrollata. Greinacher pensa che il procedimento sia simile anche nei vaccinati Astrazeneca, ma che avvenga senza eparina.