Atalanta, Gasperini: "Possiamo battere anche la Juventus. Champions ancora lontana"

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

Gian Piero Gasperini ha commentato ai microfoni di Sky Sport la pesantissima vittoria in chiave Champions League contro la Juventus. Ecco le dichiarazioni dell'allenatore dell'Atalanta.

VITTORIA - "Aver vinto oggi significa che possiamo battere la Juventus e che loro possono perdere contro di noi. Abbiamo battuto una squadra forte, anche se con fatica., che può vantare fior di giocatori. Cuadrado, McKennie, Dybala... Dovevamo essere bravi in entrambe le fasi di gioco. Faccio i complimenti ai miei calciatori, hanno mantenuto l'intensità per tutta la durata della partita. La finale di Coppa Italia sarà tutta un'altra storia".

MALINOVSKYI DECISIVO - "Anche loro hanno cambi straordinari, poi con il fatto delle cinque sostituzioni abbiamo più possibilità di sfruttare al meglio la panchina. In partite così equilibrate, sono gli episodi a fare la differenza. Le partite vanno preparate in previsione dei novanta minuti. Non dimentichiamo che non abbiamo Romero né Hateboer, le loro assenze si fanno sentire".

Ruslan Malinovskyi | Pier Marco Tacca/Getty Images
Ruslan Malinovskyi | Pier Marco Tacca/Getty Images

OBIETTIVO CHAMPIONS LEAGUE - "È presto, sette partite sono tante. Ma la vittoria, sotto l'aspetto morale, ci dà ulteriore benzina. Ma il traguardo resta lontano perché nessuna squadra vuole mollare".

CRESCITA - "Ringrazio tutta la squadra per la loro attitudine, anche coloro i quali giocano meno. È un processo di crescita che abbiamo avuto nel tempo e oggi siamo imprevedibili, pur utilizzando stesso modulo e stessi calciatori. Tutti questi anni di lavoro mi hanno permesso di adottare più soluzioni. Già l'anno scorso abbiamo provato a svoltare modo di giocare, segnando 99 gol in campionato senza attaccanti apparenti".

Segui 90min su Instagram.