Atene: scontri durante lo sciopero generale contro caro-vita e inflazione

ATENE (GRECIA) - Sciopero e scontri. 
Sciopero generale di 24 ore in Grecia: mercoledi 9 novembre si è svolta la prima grande mobilitazione dei lavoratori greci dopo due anni di pandemia.

Il corteo organizzato dai sindacati e dal coordinamento politico di sinistra PAME è stato funestato da violenti disordini, che hanno avuto luogo in Piazza Syntagma, nel pieno centro di Atene.

All'improvviso, e senza alcuna provocazione, le forze dell'ordine sono state attaccate da un gruppo di manifestanti.

Petros Giannakouris/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Disordini ad Atene. (9.11.2022) - Petros Giannakouris/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Il nostro corrispondente da Atene, Apostolos Staikos
"È stata una manifestazione pacifica, fino a quando il corteo è arrivato davanti al Parlamento. Mentre tutto procedeva regolarmente, un gruppo di circa venti uomini incappucciati ha attaccato la polizia con pietre e bombe molotov. I manifestanti pacifici, tra cui donne e bambini, si sono messi in salvo. Nel centro di Atene l'atmosfera rimane soffocante, invasa dal fumo dei gas lacrimogeni".

Euronews
Il nostro corrispondente da Atene. (9.11.2022) - Euronews

Decine di migliaia di manifestanti hanno marciato per le strade non solo di Atene, ma anche di Salonicco, contro l'aumento dei prezzi e la crescita dell'inflazione.

I greci non dimenticano

Molti greci non dimenticano: e ritengono che il governo e l'Unione eropea non stiano facendo abbastanza per sostenere il numero crescente di cittadini che non riescono più a sbarcare il lunario, come nel momento più buio della crisi greca.

Teodora Drimala è insegnante e sindacalista: "Chiediamo al governo di prendere misure contro l'alto costo della vita che sta letteralmente risucchiando le nostre vite. Molti non hanno un lavoro. E chi ha uno stipendio, a metà mese rimane già senza soldi. Siamo in ansia, perché ogni volta che andiamo al supermercato con 20 o 50 euro, vediamo che non possiamo comprare nemmeno la metà dei prodotti che abbiamo comprato la settimana prima".

Euronews
"Ci stanno risucchiando la vita". - Euronews

I manifestanti hanno paura del prossimo inverno. Molti temono di non riuscire a pagare le bollette di luce e gas.

Andreas Katsiamatis, impiegato di una società di telefonia mobile: "La situazione è fuori controllo. Le nostre famiglie non possono più vivere, tutto è diventato troppo costoso. Con i salari che abbiamo, facciamo fatica a riempire il frigorifero e non possiamo certo pagare le bollette dell'elettricità e del gas, che sono scandalose! La classe operaia deve lottare per riavere tutto ciò che ha perso negli ultimi anni".

I sindacati hanno fatto sapere che continueranno le mobilitazioni ad oltranza finché il governo del premier Kyriákos Mitsotákis non prenderà misure efficaci contro il caro-vita.

Petros Giannakouris/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Proteste ad Atene. (9.11.2022) - Petros Giannakouris/Copyright 2022 The AP. All rights reserved