Atlantia, domani cda di Cdp per alzare offerta su Aspi, valorizza 100% oltre 9,5 mld- stampa

·1 minuto per la lettura
Il logo di Atlantia

ROMA (Reuters) - Secondo il Messaggero, che cita fonti bancarie, Cdp ha convocato per domani alle 18 un cda straordinario in cui formalizzerà una nuova offerta vincolante per Aspi che alza a oltre 9,5 miliardi da 9,1 la componente cash per il 100% ma mantiene intatte le indemnities per 1,5 miliardi.

Il cda, inoltre, dovrebbe introdurre il beneficio a favore di Aspi dei ristori rivenienti dal decreto del governo pari 200-300 milioni.

Non ci sono commenti da Cdp.

La quota dell'88% in mano ad Atlantia frutterebbe circa 8,3 miliardi da cui detrarre i rischi legali complessivi per 1,5 miliardi. La holding incasserebbe 6,8 miliardi cui aggiungere i maggiori benefici dei ristori, dice l'articolo del quotidiano.

Ieri con due note separate, sia Edizione, holding della famiglia Benetton, sia Fondazione Crt, azionisti forti del gruppo Atlantia, hanno detto di ritenere più opportuno procedere con l'unica operazione espressa dal mercato, ovvero quello in via di definizione da parte del consorzio guidato da Cdp per l'88% di Autostrade, con l'auspicio che venga sottoposta al voto dell'assemblea.

(Stefano Bernabei, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)