Atlantia, "sconcertante" se confermata mancata manutenzione Ponte Genova - Cancelleri

·1 minuto per la lettura
Logo Atlantia davanti alla sede del gruppo a Roma

ROMA (Reuters) - Il sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri, del M5s, dice che sarebbe "sconcertante" se fossero confermati alcuni passaggi delle conclusioni della procura di Genova secondo cui in 51 anni non ci sarebbe mai stata manutenzione al ponte Morandi da parte di Aspi, concessionaria del gruppo Atlantia, il cui crollo ha causato la morte di 43 persone.

"Sono sconcertato nel leggere certi passaggi delle conclusioni della Procura di Genova", commenta Cancelleri in una nota dopo la notizia della fine delle indagini sul crollo del Ponte Morandi nell'agosto 2018.

Il Movimento 5 stelle è stato fortemente critico nei confronti di Atlantia dopo l'incidente mortale e si era battuto per la revoca ad Aspi della concessione autostradale.

"La fine di questa lunga e complessa fase di indagini è un passo importante verso l’accertamento della verità. Se fosse definitivamente confermato quanto finora emerso, cioè la totale assenza di manutenzione dell’opera (nessun intervento per 51 anni!), quel ponte non sarebbe crollato e quelle 43 vite non sarebbero state spezzate", continua Cancelleri.

"Adesso speriamo in un processo veloce e puntuale perché con le famiglie delle vittime abbiamo un impegno e dobbiamo mantenerlo: nomi e cognomi dei responsabili di quella tragedia e pena certa", conclude l'esponente pentastellato.

(In redazione Francesca Piscioneri, Sabina Suzzi)