Atletica, Mei eletto presidente Fidal "Rinnoviamo per rinascere"

Redazione
·1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Stefano Mei è il nuovo presidente della Federazione italiana di atletica leggera. L'assemblea elettiva, riunita alla Fiera di Roma, ha scelto il successore di Alfio Giomi premiando di misura al ballottaggio l'ex mezzofondista (53,47% delle preferenze espresse) nei confronti di Vincenzo Parrinello (46,36%). "Mi viene da piangere - ha dichiarato Mei subito dopo l'elezione - Spero veramente di poter essere il presidente che unisce le fratture che ci sono. Datemi fiducia e riusciremo a portare l'atletica dove deve stare". Nel suo intervento prima del voto, Mei ha citato Papa Francesco ("Bisogna essere costruttori di ponti e non di barriere: io voglio collegare la base con la federazione centrale in totale trasparenza e onestà"), si è definito "il presidente della gioia" e ha invocato discontinuità per una "federazione dinamica". "Ho iniziato a sperarci davvero quando sono arrivato al ballottaggio. La volata di oggi è un po' simile a quella di Stoccarda", ha ammesso Mei ricordando l'oro europeo vinto nei 10.000 metri nel 1986. "Quella volata resta più bella perché avevo qualche anno in meno ma è entusiasmante anche questa e molto emozionante. Non pensavo cosi tanto". Il nuovo presidente si è preso dunque la rivincita dopo la sconfitta elettorale subita nel novembre 2016 contro Giomi. "Forse allora ero troppo acerbo - ha dichiarato Mei - Credo che questa volta il voto mi abbia premiato perché sono maturato e sicuramente ho acquisito esperienza, sono meno impulsivo. Ho acquisito la statura del dirigente che serve all'atletica, spero che i colleghi consiglieri abbiano voglia di portare avanti la nuova atletica, il rinnovamento. Oggi finisce la campagna elettorale e dobbiamo collaborare: io sono disponibile a tutto".

(ITALPRESS).

spf/glb/red