Atrofia muscolare spinale: tornano le avventure della SMAgliante Ada

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 set. (askanews) - Dopo il successo del Volume 1 presentato a settembre 2020, l'esuberante cagnolina Ada torna con nuove emozionanti avventure. Dedicato a tutte le scuole elementari d'Italia che hanno già aderito e a tutte quelle che vorranno aderire quest'anno, è disponibile da oggi il Volume 2 a fumetti de "Le avventure della SMAgliante Ada". Presentato presso la Fondazione Catella a Milano, il libro è parte del più ampio progetto educativo "La SMAgliante Ada", realizzato dall'Associazione Famiglie SMA e dai Centri Clinici NeMO specializzati nella cura delle malattie neuromuscolari, con Roche Italia. Messa a punto da un team multidisciplinare composto da educatori, psicologi e counsellor dell'Associazione Famiglie SMA, con i contenuti e la supervisione scientifica a cura degli specialisti della rete dei Centri Clinici NeMO, il fumetto vuole guidare i bambini degli ultimi anni delle primarie nella comprensione di temi complessi come il valore della disabilità in quanto risorsa, dell'inclusione come opportunità, dell'importanza della conoscenza scientifica per capire gli altri e imparare a mettersi nei loro panni.

Nel secondo volume, così come nel primo, la disabilità motoria viene trattata partendo dalle vicende di Ada, una cagnolina nata con l'Atrofia Muscolare Spinale (SMA, una malattia genetica rara che in Italia colpisce un bambino su 6.000 e porta alla progressiva perdita delle capacità motorie) che vive le sue avventure su una carrozzina elettrica rosso fuoco. Il libro incontra l'immaginario dei bambini attraverso il linguaggio del fumetto, per educare in modo semplice e creativo all'inclusione sociale e scolastica di bimbi con disabilità motoria, raccontando in cinque storie inedite la quotidianità di una bambina di 12 anni, fatta di scuola, di relazioni con i pari e gli adulti, di conoscenza e sperimentazione di sé, di sogni e progetti per il futuro. Anche nel secondo volume è stato inserito un approfondimento didattico-scientifico, che attraverso giochi ed esercizi interattivi ha l'obiettivo di accompagnare i bambini alla scoperta del corpo umano e spiegare loro cosa significa vivere con l'atrofia muscolare spinale.

"La nostra passione è prestare ascolto ai nostri pazienti e alle persone che li circondano. Una passione condivisa che ha fatto nascere e consolidare nel tempo una bella storia di collaborazione con Famiglie SMA e i Centri Clinici NeMO - afferma Alessandra Ghirardini, Rare Conditions GIP Lead di Roche Italia -. Insieme all'Associazione e ai centri abbiamo ideato e lanciato questo progetto educazionale che vuole essere uno strumento per sensibilizzare i più giovani all'inclusione verso tutte le persone e i bambini con la SMA, ma non solo. Inclusione per noi non è includere la diversità, ma riconoscere che nell'essere tutti diversi siamo di fatto tutti uguali. La cosa importante è saper riconoscere il talento ovunque esso alberghi, proteggerlo e incentivarlo, perché la valorizzazione dei talenti è la più grande forma di inclusione che un Paese possa adottare".

Temi importanti che la piccola Ada con la sua carrozzina Nikki e i suoi compagni e amici hanno iniziato a raccontare lo scorso anno, entrando nelle scuole e nelle case di tanti bambini, accompagnandoli nella didattica a distanza e facendo conoscere loro un mondo possibile e inclusivo, caratterizzato da quella leggerezza, ironia e spontaneità contagiose che solo i bambini sanno avere.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli