Ats Milano: in Rsa morti 41% over 70; in Spagna 66% e Belgio 51%

Mch

Milano, 11 giu. (askanews) - Nelle Rsa dell'Ats di Milano, nel primo quadrimestre del 2020, morto il 41% degli over 70 di tutto territorio di competenza che spazia dal Milanese al Lodigiano. quanto emerge da uno studio della stessa Ats che ha confrontato il dato delle Rsa con quello di altri paesi alle prese con il Coronavirus: in Francia la percentuale di mortalit nelle Rsa sale al 50%, in Belgio al 51% e in Spagna al 66%.

Secondo lo studio all'interno delle residenze della zona - "una rete costituita da 162 strutture" - sono stati registrati nel primo quadrimestre 2.574 morti in pi rispetto alla media degli anni precedenti (il 46% dei 5.500 morti in eccesso evidenziati dal report per la fascia d'et over 70).

Se tra gennaio e aprile "l'incremento di rischio complessivo stato di 2 volte; nel periodo dal 1 marzo al 30 aprile si arriva a circa 4 volte la mortalit di riferimento 2016-2019", viene sottolineato dai ricercatori. In dettaglio ci significa che a marzo si sono registrati 788 morti in pi rispetto alla media degli anni passati e ad aprile si arrivati a 1.503 decessi in pi, una balzo del 470%.

Nello studio viene specificato che l'andamento complessivo dei decessi all'interno delle Rsa appare simile nei diversi territori dell'Ats Milano, "fatta eccezione per il Lodigiano che registra un valore nel rapporto Osservati/Attesi complessivo pi alto rispetto al dato di Ats". Se si limita l'analisi al solo mese di aprile, "a livello di distretti si registrano valori pi alti nelle seguenti aree: Distretto Nord (6.36), Ovest (5.14), Milano Citt (5.01), Rhodense (4.91); mentre risultano valori inferiori presso Melegnano-Martesana (4.50) e nel Distretto di Lodi 2.36". A Milano il picco dei decessi nelle Rsa stato toccato nella prima settimana di aprile quando si sono contati 368 morti.