L'aggressore di Cannes è algerino con permesso di soggiorno italiano

·1 minuto per la lettura

AGI - E' un algerino di 37 anni sconosciuto alle forze dell'ordine e agli 007 francesi l'uomo che questa mattina ha aggredito un poliziotto a Cannes con un coltello affermando di agire "in nome del profeta".

Secondo Le Figaro si chiama Lakhdar B. ed è in possesso di un titolo di soggiorno italiano. Sempre secondo il quotidiano francese, è arrivato in Francia legalmente nel 2016. L'episodio, per il quale si segue la pista terroristica, è avvenuto alle 6.35, precisa la testata Nice Matin.

L'uomo ha aperto la portiera della volante e ha accoltellato l'agente, seduto al posto di guida, colpendolo al torace tre volte. Il poliziotto, hanno spiegato fonti della polizia, si e' salvato grazie al giubbotto antiproiettile che indossava.

L'aggressore è poi andato dall'altra parte e ha tentato di pugnalare il collega, seduto sul sedile passeggero, ma senza successo. A quel punto l'agente al volante, colpito per primo, ha aperto il fuoco sparando tre colpi, due dei quali hanno ferito l'aggressore alla schiena. L'uomo, si legge ancora su Le Figaro, ha quindi più volte affermato di agire in nome del profeta prima di essere neutralizzato.

Salvini: "Chiarezza dal Viminale"

Immediato il commento del leader della Lega Matteo Salvini: "Chiediamo chiarezza immediata da parte del Viminale, soprattutto perché è ancora vivo il ricordo dell'attentatore di Nizza di un anno fa e che era sbarcato poche settimane prima a Lampedusa".

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli