Attacco a Gerusalemme: due esplosioni in Città Santa

Mercoledì 23 novembre, la periferia di Gerusalemme è stata attaccata: due esplosioni, avvenute nei pressi di due fermate degli autobus diverse, dove sono stati piantati gli ordigni, hanno causato la morte di una persona e più di 15 feriti. Secondo quanto dichiarato dalle forze dell’ordine israeliane, si tratterebbe di un attacco da parte dei militanti palestinesi. Le due esplosioni sono avvenute a circa 30 minuti di distanza una dall’altra e l’ipotesi che siano di origine palestinese deriva dal fatto che nel periodo 2000-2005 i bombardamenti di autobus erano il segno distintivo della rivolta palestinese.