Attacco hacker nel Lazio

·1 minuto per la lettura
- (Photo: getty)
- (Photo: getty)

Gli agenti della Polizia Postale si stanno recando sul posto per le verifiche ai sistemi informatici della Regione Lazio, da ieri colpiti da un potente attacco hacker. I pirati informatici, attraverso un file immesso nel sistema, avrebbero avanzato la richiesta di un ingente riscatto in bitcoin.

“La campagna di vaccinazione non si ferma e nella giornata di ieri sono stati somministrati 50mila vaccini, nonostante il più grave attacco informatico subito.
Fino al 13 agosto ci sono oltre 500mila cittadini che hanno la loro prenotazione e possono recarsi nei centri di somministrazione nella data e nell’orario indicato in precedenza”, scrive in una nota l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato che aggiunge: “I tecnici sono al lavoro per riattivare in sicurezza anche le nuove prenotazioni e nessun dato è stato trafugato. Siamo in contatto costante con la struttura commissariale per garantire agli utenti che si vaccinano di avere il green pass secondo le consuete modalità”

Alle 15 il presidente della Regione Nicola Zingaretti riferirà alla stampa sugli sviluppi dell’attacco. La conferenza stampa si terrà nella sala Tevere della sede della Giunta regionale

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli