Attacco hacker alla San Carlo, chiesto un riscatto

·1 minuto per la lettura

AGI - La San Carlo, azienda italiana leader nella produzione delle patatine, è stata colpita da un attacco hacker di tipo ransomware. Da quanto apprende AGI all'azienda sarebbe arrivata una richiesta di riscatto dopo essere stata colpita da un ransomware di tipo criptolocker, cioè della stessa tipologia di quello che ad agosto ha colpito la Regione Lazio, e simile a quello che ha colpito la scorsa settimana Siae.

L'azienda, spiegano alcune fonti vicine alla vicenda, sarebbe comunque in possesso dei backup di sistema. Anche per questo, viene spiegato, San Carlo non è intenzionata a pagare alcun riscatto agli attaccanti. Il gruppo di criminali informatici e' chiamato gruppo Conti, piuttosto attivo in questo particolare tipo di attacchi, e ha gia' rivendicato l'azione sul proprio sito nel dark web.

Sull'attacco, che sarebbe avvenuto lo scorso venerdì, sta indagando la procura di Milano e la polizia postale. Solo nella serata di ieri il gruppo di attaccanti, gruppo Conti, ha rivendicato l'attacco sul proprio sito nel dark web. Non si sa la cifra del riscatto chiesto all'azienda, ma come spesso accade in questi casi sarebbe stato chiesto in criptovalute.  

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli