Attacco hacker a Twitter, Congresso Usa vuole chiarimenti

webinfo@adnkronos.com

Il Congresso americano vuole avere chiarimenti sull'attacco hacker senza precedenti lanciato contro Twitter che ha colpito gli account di celebrità e importanti esponenti politici, tra i quali l'ex presidente Barack Obama e il candidato dem alla Casa Bianca Joe Biden.  

Sia il presidente repubblicano della commissione Commercio del Senato che il capogruppo repubblicano della commissione di Controllo della Camera hanno scritto al Ceo di Twitter, Jack Dorsey, affermando che l'attacco hacker costituisce "un fallimento" del sistema di controllo interno della società di social media.  

Il senatore Roger Wicker ha chiesto a Twitter di fornire entro il 23 luglio allo staff della sua commissione una ricostruzione dell'intera dinamica dell'incidente e della risposta data.  

Mentre il deputato James Comer nella sua lettera ha affermato che l'attacco poteva "potenzialmente mettere a rischio la sicurezza nazionale ed economica" e creare problemi a "milioni di americani".  

Per questo ha chiesto allo stesso Dorsey di riferire entro il 24 luglio ai membri della sua commissione, inviando una serie di domande a cui rispondere per fare chiarezza sugli eventuali obiettivi centrati dagli hacker.  

La mobilitazione del Congresso è arrivata dopo che l'Fbi ha avviato un'inchiesta sull'incidente. E anche il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha chiesto alle agenzie investigative del suo stato di indagare. 

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.