Attacco a Vienna, quattro morti e numerosi feriti

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Sono quattro i civili uccisi, due uomini e due donne, nell'attentato di terroristico di questa notte a Vienna. Lo rende noto la polizia austriaca, spiegando che la quarta vittima è una donna che era ricoverata in gravi condizioni. Con l'attentatore, il bilancio dei morti è ora di cinque.

I feriti sono 17 civili. Il direttore sanitario di Vienna, Michael Binder, ha precisato alla radio austriaca che sei, dei diciassette feriti ricoverati in ospedale, sono in pericolo di vita. Tutti i feriti sono stati colpiti da armi da fuoco. Rimangono stabili, ma critiche le condizioni del poliziotto ricoverato in terapia intensiva.

Uno dei sospetti attentatori aveva annunciato l'azione su Instagram, scrive il quotidiano tedesco Bild. Nel suo post, il sospetto aveva pubblicato diverse foto in cui appariva armato e aveva giurato fedeltà al leader dello Stato Islamico (Isis) Abu Ibrahim al-Hashimi al-Qurashi.

L'Apa, l'agenzia di stampa austriaca, che cita il ministro dell'Interno Karl Nehammer, ha reso noto che l'attentatore ucciso aveva 20 anni, era originario della Macedonia del nord ed aveva precedenti penali per associazione di stampo terroristico. Oltre alla cittadinanza austriaca aveva anche quella della Macedonia del nord, ha aggiunto. Era armato con una cintura esplosiva e un'arma automatica, una pistola e un machete per "questo vile attacco contro cittadini innocenti", ha detto il ministro dell'interno, che in precedenza aveva parlato di "una persona radicalizzata'', un simpatizzante dello Stato Islamico (Isis).

"L'attentatore è stato neutralizzato alle 20.09", ha dichiarato il capo della polizia austriaca Gerhard Puerstr nel corso di una conferenza stampa a Vienna, spiegando che ''le unità di pronto intervento sono entrate in azione velocemente e la fase caotica dopo gli attentati è durata molto poco''. La cintura esplosiva con la quale è stato trovato ''era un falso''. Gli altri risultano in fuga.

Su Twitter, la polizia ha quindi spiegato che sono state condotte perquisizioni nell'abitazione dell'attentatore che è stato ucciso. Sono ''ore difficili'' per Vienna e l'Austria, ha proseguito Puerstr, ringraziando per la ''collaborazione tutte le forze della sicurezza''. La polizia austriaca sta inoltre effettuando ''perquisizioni e arresti''.

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha convocato per questa mattina alle 9 un Consiglio dei ministri straordinario. Al termine della riunione, Kurz terrà una conferenza stampa congiunta con il vice cancelliere Werner Cogler, il ministro degli Interni Karl Nehammer e il sindaco di Vienna Michael Ludwig. Quindi, insieme si recheranno sui luoghi dell'attentato dove verrà deposta una corona di fiori.

Intanto il governo austriaco ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, prevedendo che a mezzogiorno si tenga un minuto di silenzio in tutte le istituzioni in ricordo delle vittime. Il minuto di silenzio verrà osservato anche domani in tutte le scuole dell'Austria.

Vienna, l'attentatore in azione - Video

Vienna, spari alla Sinagoga: "Mein Gott" - Il video

Attacco a Vienna, governo: "Terrorismo"